Istituto Giordano certifica gli installatori radianti

qrad-news

Sarà l’Istituto Giordano l’ente certificatore delle prove per la qualifica di installatore di sistemi radianti. Il Consorzio Q-RAD, che ha scritto e promosso la norma, ha firmato un accordo con l’ente che, oltre a una competenza specifica nel campo dell’edilizia, vanta quei requisiti di indipendenza, imparzialità, trasparenza e assenza di conflitti di interesse che richiede l’UNI per convalidare i risultati degli esami. Per la valutazione del candidato, sia nel livello base che in quello avanzato, gli esperti e i tecnici del Consorzio Q-RAD utilizzeranno diversi parametri. Come l’analisi del curriculum vitae, per esempio, che dovrà essere integrato da una documentazione pertinente alle eventuali attività lavorative e formative dichiarate.

L’esame vero e proprio per la qualifica di installatore di sistemi radianti si articola poi in tre fasi: esame scritto per la valutazione delle conoscenze, un esame orale e la prova pratica. Il primo test prevede un ciclo di domande a risposta chiusa mentre nella prova orale invece si approfondisce le competenze dal candidato o le eventuali incertezze riscontrate nella prova scritta. Durante la prova orale al candidato possono essere sottoposti anche quesiti relativi a situazioni reali attinenti l’attività dichiarata per valutarne la familiarità e la capacità di risolvere problemi. L’ultimo passo prima del diploma è l’esame pratico dove è richiesta una prova di installazione presso il laboratorio di posa presente nella sede d’esame.

News pubblicata il 02/10/2019

Torna a tutte le news